Prezzi chiavi in mano! Pensiamo a tutto noi, scopri come lavoriamo!

Invia richiesta Telefono+390247952200

5 buoni propositi per il 2019

Il 2019 è appena iniziato e, puntuale come un orologio svizzero, arriva il momento di fare i buoni propositi per il nuovo anno che verrà. Lucio Dalla cantava che sarà un anno fantastico, sarà tre volte Natale e tutti i giorni faremo festa, ma per il momento è utile anche tornare coi piedi per terra. Tra Natale e Capodanno, infatti, sarà facile (e anche giusto) lasciarsi andare ai buoni sapori, ai dolci, ai calici di vino per difendersi dalla basse temperature e godere al meglio di un sospirato riposo, dopo lo stress di un intero anno.

Non c’è da essere scettici sulle liste dei buoni propositi. C’è chi le snobba completamente, al grido di: “tanto le non rispetterò mai” e chi invece compila elenchi chilometrici che spaziano dalla cura personale alla modifica delle proprie attitudine, passando per evasioni dalla routine di tutti i giorni e viaggi in terra lontane, sempre desiderati e finora non affrontati.



La verità che, per quanto stucchevoli, i buoni propositi ci aiutano a entrare in un’ottica di rinnovamento e questo contribuisce a rinvigorire la nostra felicità. Quando all’orizzonte, oltre i nuvoloni, appare finalmente un desiderio, la nostra mente e il nostro corpo si rimettono in moto. Con l’arrivo delle feste scendono i livelli di stress, salgono quelli di relax, il campo si sgombra da tutte le erbacce che ha lasciato l’anno in corso e nel terreno, in noi stessi, possiamo piantare un nuovo seme. Poco importa se saremo di parola o modificheremo la nostra lista strada facendo, perché non si può mai sapere cosa ha in serbo la vita per noi.

Il grande poeta Lessing era solito ripetere che l’attesa del piacere è essa stessa il piacere. Mi piace pensare che anche fare una lista di buoni propositi sia, allo stesso modo, un buon primo proposito. E qui di seguito potete trovare qualche suggerimento da cui iniziare.

Darci dentro con lo sport



Palestra, crossfit, corsa, bicicletta, che più ne ha più ne metta. L’importante è darsi da fare e dichiarare guerra a tutte le calorie accumulate durante le vacanze di Natale. Si, lo so, la vita è uno stress e probabilmente tra di voi ci sono quelli che stanno pensando: “neanche il tempo di mettere nell’armadio i maglioni con le renne che già bisogna pensare alla prova costume”. Ma la ragione che dovrebbe spingerci a praticare tanto sport non è soltanto estetica: l’attività fisica, qualunque essa sia, libera la mente, produce nel cervello quelle endorfine che ci fanno stampare il sorriso sulla bocca e soprattutto ci rende agili anche nella vita, non solo nello sport.

Dormire di più



Questo è di sicuro uno dei propositi più facili da mettere in pratica. Complici le ferie e le vacanze, recuperate un po’ di sonno che vi è stato portato via nei periodi più caldi e impegnativi. Questo vi aiuterà a essere più lucidi nei ragionamenti, ad avere maggiori energie per fare nuove esperienze. Anche se la quantità varia da persona a persona, secondo gli studiosi il tempo necessario per quella che si può definire una buona dormita si attesta intorno alle 8 ore. Andate sul sicuro, prendetevene 9 o quante ne volete. Un buon metodo empirico riguarda la presenza delle occhiaie sul vostro volto. Quando inizieranno a sparire, saprete che la quantità è giusta.

Fare quel viaggio che non avete mai fatto



Capitali europee? Città d’arte? Mare o montagna, vicino o lontano, il consiglio è quello di rompere il maialino salvadanaio a prenotare al più presto quella vacanza che avete desiderato per tanto tempo. Di località e di scelte ce ne sono di ogni genere. Il secondo consiglio in riferimento a un viaggio è quello di sperimentare l’accoglienza di una vera casa. Una vacanza in appartamento acquista una dimensione personale e più autentica che in fin dei conti permette di vivere un viaggio con un coinvolgimento ancora più alto. Non vi sentirete più ospiti o semplici turisti: con una vacanza in appartamento sarete cittadini del mondo, per qualche giorno.

Leggere di più



Nella vita di tutti giorni, la lettura è sempre sotto scacco. In molti di noi c’è il costante desiderio di tuffarsi in nuovi romanzi, vivere nuove avventure ed emozionarsi per la parabola di qualcun altro, ma spesso le contingenze del quotidiano ci spingono a sacrificare la lettura. Prendetevi il vostro spazio, magari la sera prima di andare a dormire o quando siete impegnati in un viaggio. Tenete presente che la lettura ha su tutti noi effetti benefici: ci aiuta ad aprire il nostro sguardo, ampliare i nostri orizzonti, conoscere meglio ciò che prima ignoravamo del tutto. Tra un libro e il telefono, scegliete il libro. E questo ci porta direttamente al prossimo punto della lista…

Mettere via quel dannato telefono



Si, avete capito bene. Provate a cambiare il punto di vista per l’anno che verrà: quello che reggete in mano in questo momento è il vostro telefono, ne siete i padroni. Non fate in modo che sia lui ad essere padrone di voi e del vostro tempo. Già il fatto che stiamo antropomorfizzando un oggetto tecnologico, tenuto insieme da silicio e qualche bullone, dovrebbe essere abbastanza per riflettere sul ruolo predominante che i telefoni hanno via via occupato nelle nostre giornate. Ci permettono di essere connessi in ogni momento, di lavorare e comunicare con chiunque dall’altra parte del mondo. Il problema è che spesso questo va a spese della realtà che ci circonda, verso cui siamo meni attenti. Quindi, il consiglio, ora che avete finito di leggere l’articolo è: mettete via il telefono, togliete le cuffiette dalle orecchie. Tuffatevi nella città, nei suoi rumori e nei suoi colori. Come diceva Bukowski: “la gente è il più grande spettacolo del mondo. E non si paga il biglietto

Argomenti