Prezzi chiavi in mano! Pensiamo a tutto noi, scopri come lavoriamo!

Invia richiesta Telefono+390247952200

A spasso nella campagna senese

Con l’arrivo della primavera si pensa di nuovo a organizzare fantastiche gite sullo sfondo della natura. Ora che i rami degli alberi tornano essere colti e rigogliosi come prima dell’autunno, non c’è niente di meglio che staccare dallo stress quotidiano per pianificare una bella vacanza nella campagna senese. Provate a immaginarlo: alle strade, agli incroci, alle rotonde e alle code create dal traffico si sostituiscono le morbide colline che si estendono fino all’orizzonte; i semafori diventano alberi, al massimo in coda potete trovare una famiglia di animali selvatici che si rifugia nella vegetazione più fitta.



Di cose da vedere nella campagna senese ce ne sono a dismisura, tanto è vero che è utile farsi un’idea  priori di ciò che avremmo piacere di visitare, per sfruttare al meglio il tempo a nostra disposizione. Molti comuni della campagna senese li conosciamo già, poiché molti vini famosi portano con fierezza sull'etichetta il nome del luogo in cui vengono ancora oggi prodotti. In tutti gli altri casi, i nomi di questi piccoli borghi in cui il tempo sembra essersi fermato diventano semplicemente sinonimo della buona tavola e del vivere in pace e in armonia.



Partiamo per esempio da Montalcino in cui si produce il celeberrimo vino rosso, il Brunello, tra i vini più apprezzati in tutta Italia. Il borgo è ancora oggi fortificato da una cinta muraria che risale al XIII secolo e all’interno è possibile passeggiare in mezzo a botteghe e piccoli bar, senza dimenticare i musei in cui è possibile ammirare da vicino molte opere d’arte risalenti all’epoca medievale. Sempre rimanendo in tema di buon vino, due parole vanno spesi anche per Montepulciano: uno dei borghi toscani più famosi di tutta la campagna senese. E da visitare assolutamente è la piazza grande di cui quattro lati sono occupati da antichi palazzi, la cui storia affonda direttamente nel tempo delle signorie fiorentine. Due passi nel borgo possono essere utili anche per visitare il Duomo e fermarsi nelle tante botteghe che impreziosiscono il centro storico, per fare acquisti di buoni prodotti locali.



La campagna senese in quanto a scenografia è inoltre legata a doppio filo a uno dei registi russi più importanti della storia del cinema. Stiamo parlando di Andrej Tarkovsky, che ha prodotto grandi capolavori come Solaris e, per quello che ci interessa in relazione all’articolo, soprattutto quella pietra miliare che risponde al nome di Nostalgia. Due sono i luoghi da visitare in una sorta di percorso cinematografico attraverso la campagna senese. Il primo è l’Abbazia di San Galgano che è un luogo magico, in grado di lasciare letteralmente senza parole. Si tratta di una enorme basilica lunga più di 70 m che però non possiede alcuna copertura del tetto. Questo produce un effetto ottico davvero inaspettato, da vedere con i propri occhi per lasciarsi conquistare dalla bellezza del luogo. Bagno Vignoni è invece la località che chiude questo articolo sulla campagna senese. Un piccolo borgo che possiede una piazza piena di acqua termale, che sgorga direttamente a più di 50 °C. Intorno si sviluppa il paese che merita una visita e anche qualche fotografia.

TOSCANA
scopri i nostri appartamenti

Argomenti