Prezzi chiavi in mano! Pensiamo a tutto noi, scopri come lavoriamo!

Invia richiesta Telefono+390247952200

Bosco Verticale, il grattacielo più bello del mondo



a cura di Jacopo Cazzaniga

IL GRATTACIELO PIÙ BELLO DEL MONDO

Quella del Bosco Verticale è una storia bella. La stessa bellezza che ha ispirato il suo creatore, l’architetto Stefano Boeri, nell’edificare ai margini del quartiere Isola di Milano due palazzi residenziali alti rispettivamente 111 e 76 metri in cui sono presenti più di duemila essenza arboree, ovvero lo stesso numero di alberi piantati in un parco orizzontale di 7 mila metri quadri.


Il progetto del Bosco Verticale nasce nell’ambito del più grande e complesso progetto di rivitalizzazione di Porta Nuova, che ha avuto inizio nel 2004 e ed è stato portato avanti per oltre un decennio. Oggi, i risultati della riqualificazione sono sotto gli occhi di tutti, cittadini e turisti compresi. Milano ha cambiato volto e si è sviluppata in altezza. All’interno del Centro Direzionale di Milano, in gran parte dedicato al settore terziario, sono sorti nuovi spazi e nuovi grattacieli, che hanno ridefinito la skyline della prima, grande metropoli d’Italia.




I GIARDINI DI MILANO

La costruzione del Bosco Verticale ha preso avvio nel 2009 e ha visto impiegati più di seimila operai, che per cinque anni hanno lavorato alla costruzione di uno degli attuali luoghi-simbolo di Milano. La facciata vivente dell’edificio incorpora oltre 90 specie di piante che “agiscono come estensione della copertura esterna dell’edificio” e con la loro presenza contribuiscono alla mitigazione del microclima.


Lo studio di architetti che fa capo a Stefano Boeri si è ispirato ai Giardini pensili di Babilonia, costruiti nel 590 a.C. da Nabucodonosor e alle più recenti costruzioni dell’architetto Friedensreich Hundertwasser, le facciate dei cui palazzi sono interamente ricoperte da alberi e altre specie arboree, tra cui si registra la presenza di lecci, corbezzoli, peri selvatici e biancospini a totale vantaggio della biodiversità.




IL CIELO È SEMPRE PIÙ VERDE

I due grattacieli che rispondo al nome di Bosco Verticale ospitano quasi mille alberi di grandi dimensioni e contano oltre diecimila piante floreali. Non è soltanto una questione ornamentale, poiché la presenza di tutte queste piante contribuisce a migliorare la qualità della vita di chi ci abita e vi sta intorno.


Le piante disposte sulle quattro facciate dei palazzi svolgono infatti una importante funzione ecologica: filtrano le polveri sottili, generano umidità e contribuiscono ad attenuare l’inquinamento acustico. Come ogni altra specie arborea su questo pianeta, inoltre, depurano l’aria immettendo ossigeno. Il progetto alla base del Bosco Verticale traccia quindi una nuova linea di pensiero in ambito architettonico, che passa attraverso il rispetto per l’ambiente e la città.


Inoltre, gli alberi che compongono la facciata sono stati scelti in base anche ad un fatto cromatico. Mentre in alcuni settori sono stati selezionati e posizionati dei sempreverdi, le altre facciate del grattacielo si tingono ad ogni stagione di colori diversi a seconda che ci si trovi in autunno o in primavera. Il Bosco Verticale segue quindi il ritmo della natura e cambia colore ad ogni stagione.




UNA PIOGGIA DI PREMI

Dal giorno della sua inaugurazione, avvenuta il 17 Ottobre 2014, il Bosco Verticale non ha smesso di fare incetta di premi e riconoscimenti di caratura internazionale. Nel 2014 il grattacielo è stato insignito del primo premio presso l’International Highrise Award, che ogni due premia il grattacielo più bello di tutto il mondo. In questo contesto, il Bosco Verticale è riuscito a primeggiare in mezzo ad altri ottocento grattacieli, sparsi in giro per tutto il pianeta. Alla base di questo riconoscimento c’è la volontà di premiare una struttura equilibrata, in cui la moderna tecnologia convive con i bisogni umani per creare un ecosistema a misura di persona.


Nel 2015, invece, il Council on Tall Buildings and Urban Habitat ha riconosciuto il Bosco Verticale come grattacielo più innovativo, per i motivi di cui sopra. Ciò che colpisce di una costruzione come quella realizzata da Stefano Boeri è la capacità di ripensare il verde ad altezze impreviste e generare un contributo fecondo del palazzo stesso nei confronti della comunità che lo ospita, tanto che il medesimo modello è stato ripreso in Cina, nella città di Shijiazhuang.




APPARTAMENTI DA SOGNO

Presso Bosco Verticale potete trovare l’appartamento dei vostri sogni, con numerose proprietà sia in via Castillia che in via Confalonieri entrambe facenti parte del complesso del grattacielo più bello del mondo.


In aggiunta alle metrature per ogni esigenza e alle specifiche disponibilità di posti letto, gli appartamenti Halldis presso Bosco Verticale dispongono di finiture di alto pregio e una meravigliosa vista su Porta Nuova e i suoi grattacieli. Tutti gli appartamenti presentano il pavimento a parquet, aria condizionata e doppi vetri.


Gli appartamenti distano soltanto pochi minuti dal centro di Milano e sono ben collegati grazie alle vicine stazioni della metropolitana di Porta Garibaldi e di Isola. Bosco Verticale è il punto di partenza del vostro soggiorno a Milano e contribuirà a renderlo un’esperienza indimenticabile.




Trova il tuo appartamento ideale a Milano!


Argomenti

Milano
scopri i nostri appartamenti

Argomenti