Prezzi chiavi in mano! Pensiamo a tutto noi, scopri come lavoriamo!

Invia richiesta Telefono+390247952200

Carnevale di Venezia: tutto quello che c'è da sapere

Pubblicato il 07/02/2019

Venezia è una città unica nel suo genere, che potremmo definire quasi metafisica, alla maniera di De Chirico. Uno degli appuntamenti più celebri dell’anno, che richiama turisti e curiosi da ogni parte d’Italia e del mondo è senza dubbio il carnevale. Dal 16 febbraio al 5 marzo infatti la città si mette in maschera, mentre le piazze della città vengono invase dalla musica e dai colori degli spettacoli. Durante le ultime due settimane di febbraio, Venezia diventa un vero e proprio palcoscenico a cielo aperto, in grado di regalare emozioni uniche ai visitatori della Laguna.



La storia del Carnevale di Venezia affonda le proprie radici a quasi 900 anni prima, data a cui è attribuito il primo documento che attesta la celebrazione di questa festa. Pare infatti che l’attività del Carnevale ebbe inizio sotto il comando del Doge Vitali Falier e venne riconosciuta in seguito come festa pubblica nel 1296, data di cui si trova traccia nella trascrizioni ufficiali della Serenissima, ad opera del Senato della Repubblica.



L’intenzione alla base del carnevale, la cui tradizione è molto più antica rispetto al celebrazioni messe in atto nella città di Venezia, sta nel temporaneo rovesciamento dei ruoli in una cornice dove, per una volta all’anno, era possibili divertirsi senza freni. L’adozione di questa festività da parte della Repubblica di Venezia era motivata dalla necessità di offrire ai ceti più umili della popolazione un periodo di divertimento sfrenato, aperto a tutta la città. Da qui deriva infatti la scelta di utilizzare maschere e costumi, per azzerare le differenze sociali e rendere lecita l’ironia nei confronti della classe aristocratica e persino delle istituzioni, nell’ottica di uno sfogo ai malumori che potevano venire a crearsi all’interno del tessuto sociale dell’epoca.



Grazie ai festeggiamenti del carnevale, le maschere sono diventate uno dei simboli più immediatamente riconoscibili. Tanto che Stanley Kubrick, per il suo Eyes Wide Shut con Nicole Kidman e Tom Cruise, si è servito dei preziosi lavori artigianali prodotti ancora oggi nel negozio Ca’Macana, liberamente accessibile nel quartiere di Dorsoduro, che ancora oggi produce maschere di rara bellezza ed estrema precisione. Una delle maschere più famose, per esempio è quella della Bauta, che veniva portata in abbinamento a un tabarro nero e aveva la peculiarità, oltre che di celare l’identità dell’indossatore, di modificare anche il timbro della sua voce.



Il programma del Carnevale di Venezia è ricco di appuntamenti, che vanno dalla festa sull’acqua, prevista per il 17 febbraio, fino al corteo e Festa delle Marie, fissata nel pomeriggio di sabato 23 febbraio. Il Volo dell’Angelo, momento di assoluto richiamo per tutto il carnevale veneziano, è atteso in data 24 febbraio: giorno in cui il suddetto “angelo” si lancerà dal campanile di Piazza San Marco per discendere in mezzo alla folla, per uno spettacolo assicurato. Rimane sicura invece la data d’inizio - il 16 febbraio - così come il luogo - Cannaregio - in cui prenderanno il via tutti i festeggiamenti per il carnevale 2019.



Per altri informazioni, domande sugli spettacoli e gli eventi e altri approfondimenti vi consigliamo di visitare il sito ufficiale, raggiungibile cliccando questo link.

Argomenti

VENEZIA
scopri i nostri appartamenti

Argomenti