Prezzi chiavi in mano! Pensiamo a tutto noi, scopri come lavoriamo!

Invia richiesta Telefono+390247952200

Un giro per l’Îlot Sacre



L’isola del tesoro: praline, frites e moules

Il centro di Bruxelles è una piccola isola – l’Îlot Sacre – un intreccio di viuzze tra l’Ecuyer, rue du Marchè aux Herbes e rue des Bouchers. Qui il tempo si è fermato, dominano i palazzi storici seicenteschi e tanti piccoli negozi tipici salutano i passanti.


Il rischio è alto: trovarsi tra nugoli di turisti curiosi ed affamati è assai probabile, ma questo non è un buon motivo per arrendersi. Avanzate sicuri tra via del Pane, delle Aringhe e del Burro – attenti a non perdervi, c’è ne sono 120 di stradine con nomi simili – e annusate l’aria: tra un café ed una birreria, scovate lo stand che vi ispira di più e fate uno spuntino a base di moules e frites (cozze e patatine), in puro stile belga. Lo stomaco forse non ringrazierà, ma è il prezzo da pagare per sentirsi parte integrante della città.




Qui dove batte il cuore di Bruxelles: la Grand Place

Ora dirigetevi verso il cuore pulsante di Bruxelles, la Grand Place: il più sfarzoso teatro del mondo, ospita tutti i giorni – ad eccezione del lunedì e del giovedì – un colorato mercato dei fiori che ben si sposa con le facciate gotiche dei palazzi, le belle sedi delle corporazioni ed il profilo maestoso del municipio (Hotel de Ville) – edificato nel XV secolo – in un equilibrio perfetto coronato dalla statua dell’arcangelo Michele.

Sopra tutti, veglia il Manneken Pis, statua in bronzo alta circa cinquanta centimetri, con il suo fare ironico, mentre alla fine di Rue des Bouchers, la sua gemella – la Jeanneke Pis - gioca a nascondino in una piccola nicchia protetta da una grata. Manneken è il simbolo dell’indipendenza dello spirito degli abitanti di Bruxelles, raffigurando un piccolo giovanotto che sta urinando.




Shopping in salsa belga - non solo cioccolato

Oltrepassata la Grand Place, si giunge al tempio dello shopping belga: le Gallerie di Saint Hubert (la Galleria del Re, la Galleria della Regina e la Galleria dei Principi), la più antica in Europa dove regnano il lusso e l’eleganza.


Qui sono di casa boutique di alta moda, botteghe artigianali raffinate, librerie con manoscritti preziosi, sale da té profumate di speculoos, tipici biscottini aromatizzati alla cannella e allo zucchero di canna, e cioccolaterie, che affascinano grandi e piccini con le loro vetrine strabordanti di delizie.




La più famosa è senza dubbio Neuhaus, le cui celeberrime praline nacquero per rendere le medicine più appetibili grazie ad una coperatura di cioccolato.


Altra prelibatezza Made in Brussels è la famosa pralina di Godiva, famosissimo marchio di cioccolato nato a Bruxells e diffuso in tutto il mondo. La sia sede in Grand Place, è diventata un punto di riferimento per gli irrefrenabili golosi del cioccolato, dove poter gustare tante specialità della casa, tra cui caffè, cacao, biscotti, liquori al cioccolato e molte altre proposte da leccarsi i baffi.




Waterzooi, ostriche e cozze: buon appetito!

La cucina belga, con forte ispirazione alla vicina Francia, si arricchisce di prodotti regionali, che le conferiscono una grande varietà di ricette tipiche. Capisaldi dell’arte gastronomica sono wafels, cioccolato, i famosi cavolini di Bruxelles e l’immancabile birra belga, stimata in tutto il mondo per il suo sapore intenso e variegato.


Calate le tenere e accesi i lampioni, le piccole viuzze del centro si gremiscono di curiosi che, con fare temerario, si addentrano nel cuore della città alla ricerca della propria meta: la birra ovviamente! Turisti o locali, poco importa, la birra metterà tutti d’accordo, con le sue mille varietà e sapori, per lasciarvi in bocca una sensazione di stupore.


Per una pausa rilassante, da provare l’Aux Armes de Bruxelles, uno dei più antichi ristoranti della Îlot Sacre (1921) apprezzato anche dalla famiglia reale, che rappresenta la vera anima della cucina belga con cocotte di cozze alla provenzale e succulenti bolliti di pesce e verdure (‘waterzooi’). Se siete invece nei pressi della Grand Place, viziatevi con un antipasto a base di ostriche da Chez Vincent, una tipica birreria nel più autentico stile belga.


La nostra passeggiata è finita, ma per i più appassionati con tempo a disposizione, fate un giro nel Quartiere Europeo.





Argomenti

Bruxelles
scopri i nostri appartamenti

Argomenti