Prezzi chiavi in mano! Pensiamo a tutto noi, scopri come lavoriamo!

Invia richiesta Telefono+390247952200

Il borgo magico di Suvereto

Pubblicato il 29/01/2019

Suvereto, situato nella Val Di Cornia, nel cuore della meravigliosa campagna toscana, è considerato uno dei borghi più belli d'Italia. L'origine del nome si deve alla pianta del sughero, che è presente in abbondanza in tutta la macchia suveretana. Persino all'interno dello stemma comunale è ritratto un leone sotto a una pianta di sughero, a testimonianza delle radici storiche che legano questo piccolo angolo di Toscana alla storia e alla natura circostante. A Suvereto vivono oggi circa tremila abitanti e le mura medievali su cui si erge il borgo conservano ancora oggi un fascino particolare, in grado di conquistare chiunque, dal belvedere in cima al paese, getti uno sguardo all'orizzonte sconfinato che si estende per chilometri e chilometri, tra pini e campagna.



Per arrivare a Suvereto si passa dal mare, attraverso l'antica via Aurelia e poi penetrando nell'entroterra all'altezza di Piombino. Nei dintorni sono situate altre antiche città di origine etrusca, come Populonia, la cui visita è consigliata caldamente a tutti gli amanti della storia con la "s" maiuscola. Il borgo di Suvereto oggi vive principalmente di turismo e la sua economia locale è in gran parte basata sull'agricoltura e l'allevamento. Questo, per chi vi si reca, si traduce in tavole imbandite, riempite di sfizi e golosità a chilometro zero. Olio, vino, carni pregiate, ricette della tradizione toscana sono di casa, all'interno del borgo. Molti i ristoranti presenti dentro le mura cittadine, tra cui si segnala l'Ciocio. Un locale di gran gusto, ben arredato e popolato di personale attento e informato. In cucina vengono preparati ogni giorno piatti succulenti, per farvi assaporare la tenerezza della carne chianina.



I dintorni di Suvereto sono dedicati a tutti gli amanti della natura, ai fanatici dello sport e del trekking. Sentieri di ogni difficoltà si snodano nelle colline circostanti ed esplorano a fondo l'area dei Montioni, divenuta di recente parco provinciale, dove è possibile anche organizzare delle emozionanti gite a cavallo. Nel cuore della Val Cornia è infatti scontato imbattersi in resti archeologici di varie epoche, da quella etrusca all'architettura medievale tout-court. Per fare un esempio, tutto il borgo è circondato da fonti e sorgenti dove, nei secoli passati, gli abitanti erano soliti abbeverarsi o immagazzinare l'acqua. Dopo i restauri avvenuti nei secoli precedenti, le fonti di Suvereto rappresentano oggi un luogo di interesse dal punto di vista architettonico: è questo il caso, per esempio, della Fonte degli Angeli, che presentava bassorilievi in marmo, guglie e prospetti intonacati.



Tanti sono i luoghi di interesse nell'area di Suvereto. A partire dal Palazzo Comunale, risalente al XIII secolo e ad oggi uno dei più apprezzati reperti di architettura medievale presenti in Toscana. Nelle sue stanze ebbe sede il governo della città e tra le sue fondamenta si trova ancora traccia della più antica cinta muraria del castello. Stesso discorso per la Rocca Aldobrandesca, la cui costruzione affonda le proprie radici nel X secolo, con il primo nucleo murario costituito dalla Torre e il complesso in seguito fortificato per esigenze difensive. Inoltre è intitolata a San Giusto, vescovo di Volterra, la chiesa parrocchiale risalente al IX secolo, con le prime attestazioni datate addirittura 923. Il Campanile, visibile a lato della chiesa, ha base rettangolare e svetta sulle stradine del borgo, nonostante sia stato colpito da un fulmine nel 1884.



Chiudono il giro la chiesa di San Michele Arcangelo che attualmente ospita la sede del Museo di Arte Sacra e il convento di San Francesco, oggi adibito ad uso di abitazioni private, che conserva ancora la pianta dell'epoca ed è sopravvissuto a noi quasi intatto. Oltre ai luoghi di interesse già citati, sono tanti altri i posti da visitare una volta giunti a Suvereto. Il consiglio è quello di lasciarsi andare al clima mite che soffia sulle terre della Toscana, con un elogio all'ozio, al riposo e al benessere di una vita sana che sembra animare le strade di questi piccoli borghi, densi di storia e capaci di farvi sentire al riparo dallo stress, le preoccupazioni e la vita frenetica che si svolge, imperterrita, al di là delle mura. Suvereto è una piccola culla, in cui trovare pace.

Argomenti

Suvereto
scopri i nostri appartamenti

Argomenti