Prezzi chiavi in mano! Pensiamo a tutto noi, scopri come lavoriamo!

Invia richiesta Telefono+390247952200

La Regina Alpinista a Gressoney

Intorno alla metà di aprile volge solitamente al termine la stagione sciistica, che rappresenta una vera calamita per la zona nei mesi più freddi dell'anno. Negli anni passati il termine delle corse presso il comprensorio sciistico Monte Rosa era fissato intorno al 15 del mese di Aprile. La speranza è  che abbiate approfittato alla grande di questo inverno stranamente mite per scendere alcune delle piste da sci più emozionanti della Val d'Aosta che si snodano intorno al paese di Gressoney Saint Jean. Tra lauti pranzi consumati al rifugio, soste in baita e panorami mozzafiato incorniciati dal biancore della neve fresca, è tempo di rivedere la montagna con il suo colore secondario, con addosso quella seconda pelle verde che prende la forma di dolci vallate e foreste rigogliose.



Gran parte del fascino di Gressoney è ovviamente dovuto alla sua anima da perfetto luogo di villeggiatura, ben attrezzato in fatto di impianti sciistici. Se c’è un motivo per cui questo piccolo comune situato alle pendici del Monte Rosa è divenuto così popolare, lo si deve a un membro della famiglia reale. Stiamo parlando esattamente della stessa famiglia dei Savoia che ha regnato sulla penisola italiana per molti anni, fino alla seconda guerra mondiale. La regina Margherita era una grande appassionata di sci; per questo motivo scelse Gressoney come meta prediletta dei suoi ritiri per più di trent’anni, tanto da guadagnarsi il soprannome di regina alpinista. Dopo essere stata ospite insieme al marito Umberto I presso la residenza di un importante barone, ordinò di costruire una residenza personale, da cui fosse possibile godere di un panorama unico sulla valle e sul massiccio del Monte Rosa.


Ph by Bettylella


Una gita al castello può rappresentare un’ottima idea per recarsi a Gressoney col favore delle temperature più miti, senza più il timore di dover arrancare in mezzo alla neve fresca e magari con qualche peso in meno addosso, in fatto di abiti. La collina su cui sorge il castello è detta località belvedere; dalle balconate infatti è possibile arrivare con lo sguardo fino al ghiacciaio del Lyskamm, per uno spettacolo davvero emozionante. Il Castello Savoia, oltre a essere uno dei luoghi simbolo del piccolo paese di Gressoney, permette di fare un tuffo per qualche ora nel passato lussuoso di una famiglia reale.


Ph by Bettylella


Pur essendo noto a tutti, compresi gli abitanti della valle, come castello in realtà si tratta di una bellissima villa disposta su tre piani; l'erronea denominazione è probabilmente dovuta alla presenza di cinque torri neogotiche che delimitano parte del perimetro della villa, personalmente richieste dalla sovrana al tempo della costruzione. Si distingue la copertura esterna per l’uso delle rocce locali, insieme a un numero molto elevato di finestre che lasciano trasparire all’interno dell’abitazione la stessa, favolosa luce che illumina la vallata in cui sorge l’abitato di Gressoney e rende in tal modo il castello estremamente luminoso. Come ultima curiosità si segnala l’assenza delle cucine, che la regina volle fare costruire a qualche metro di distanza dall’abitato principale, collegate però da una galleria.

Argomenti

GRESSONEY
scopri i nostri appartamenti

Argomenti