Prezzi chiavi in mano! Pensiamo a tutto noi, scopri come lavoriamo!

Invia richiesta Telefono+390247952200

La riqualificazione di Torre Galfa

La riqualificazione della Torre Galfa, a pochi passi dalla stazione centrale di Milano e perfettamente inserita nel centro direzionale della città, è un’opera molto importante la cui progettazione è stata seguita con estremo rigore dallo studio di architetti che si è occupato di dare un nuovo volto al grattacielo. Dei lavori si sono infatti occupati gli architetti del celebre studio BG&K associati; a capo di tutto il progetto invece Maurice Kanah. Lo studio nasce infatti dalla collaborazione tra l'appena citato architetto e Paola Bucciarelli. Al centro del loro lavoro lo sviluppo di progetti nazionali e internazionali, che hanno a che fare con soggetti sia pubblici che privati. Di grande importanza per lo studio, in quanto a etica, la sostenibilità ambientale, sociale e economica che si riflette nelle enormi vetrate di cui è composto il celebre grattacielo di Milano, ormai in dirittura d’arrivo.


Ph by astraspera


Si parla di 100 milioni di euro di investimento, quando ci si riferisce alla ristrutturazione della torre che svetta su via Melchiorre Gioia. L’altro Melchiorre invece è il famoso architetto Bega, che progettò la torre originale tra il 1956 e il 1959, come una sorta di fratello minore del grattacielo Pirelli, che viene costruito pressappoco negli stessi anni. Sin dalle prime fasi di lavoro, lo studio ha dovuto scontrarsi con quello che era una proporzione perfetta di volumi e una semplicità di linee in grado di trasmettere verità strutturale, secondo le parole di Gio Ponti. L’obiettivo alla base della ristrutturazione, condiviso fin da subito con il Comune di Milano, è stato quello di riconsegnare ai cittadini milanesi una importante icona di architettura moderna, che era suo malgrado andata incontro ad anni di abbandono. La nuova torre si configura come un polo di modernità, le cui fare compagnia alla città durante le notti troveranno appartamenti di gran pregio gestiti da Halldis e all’ultimo piano un Lounge bar aperto al pubblico, da cui godere di una vista eccezionale su Milano.


Ph by astraspera


La finalità con cui si affrontando il lavoro di ristrutturazione è stato quello di dotare innanzitutto edificio della possibilità di avere una altissima efficienza energetica, senza rinunciare alla forma con cui è entrata di diritto nella memoria della città. Per quanto riguarda gli ambienti, come dicevamo poc’anzi, l’anima polifunzionale della nuova torre sarà dotata di un bar Rooftop aperto al pubblico con sky bar e concept restaurant che saranno in grado di richiamare clienti di varie fasce d’età, in una maniera simile a quanto accade con luoghi come Ceresio 7 o altri bar con vista sulla città di Milano, in cima alla lista dei desideri tra i giovani che scelgono che cosa fare nel weekend. Torre Galfa diventerà un luogo in cui sarà possibile consumare aperitivi del tutto non comuni, con una vista sul Pirellone e sulla Stazione Centrale da togliere letteralmente il fiato.



Le caratteristiche che avrà la nuova torre non finiscono certo qui. La rigenerazione funzionale dell’edificio infatti provvederà alla messa in sicurezza del grattacielo, anche in condizioni ambientali critiche. Tutto l’edificio verrà infatti dotato di un adeguato miglioramento sismico e l’efficienza energetica sarà garantita da geotermia e pannelli fotovoltaici. Tra le novità introdotte dalla progettazione a cura dello studio di architetti, c’è sicuramente il piano terra. Sulla via Galvani infatti è stato edificato un cubo di cristallo, circondato da una vasca d'acqua, che introdurrà all’area commerciale della torre. Un luogo che si appresta a diventare immediatamente riconoscibile quando ci si riferirà alla nuova forma con cui Torre Galfa è stata consegnata al ventennio che ci attende. Per operare inoltre una messa in sicurezza rispettosa delle normative su questo tema, sono stati inseriti all’interno dell’edificio nuovi corpi scala e ascensore. Le altezze degli interpiani invece sono rimaste quelle progettate alla fine degli anni '50. A mutare invece è stata la partitura dei serramenti, trasformata nei materiali con nuove sezioni di alluminio e vetri trasparenti.


Ph by Kiban


Per quanto riguarda invece gli appartamenti di Halldis presenti all’interno di Torre Galfa, ce ne sono di varie metrature a seconda delle esigenze. Si parte da confortevoli bilocali esposti da entrambi i lati da cui la vista, alle finestre, si spinge fino alle Alpi e permette di comprendere in un solo colpo d’occhio tutta Porta Nuova. Il numero totale degli appartamenti gestiti all’interno della torre si attesta a 63, un numero di grande calibro, perfetto per accontentare chi si vuole sentire cittadino temporaneo nella città di Milano occhi invece desidera una sistemazione anche a più lungo termine in uno dei luoghi più comodi e più scenografici e tutta la città. Dal punto di vista del comfort e della sicurezza, le finiture di pregio di cui sono dotati questi appartamenti permettono di vivere un’esperienza di tutto rispetto all’interno del grattacielo. Si parte dalla pavimentazione composta in parquet, ad esclusione dei bagni, dalle tende a doppio strato filtrante e oscuranti che possono fermare la grande quantità di luce che in grado di penetrare attraverso le vetrate, una una giornata di sole splendente.


Ph by LucaChp


Per quanto riguarda i dintorni, come dicevamo prima, un soggiorno presso Torre Galfa permette di avere dimora in uno dei contesti più funzionali della città, vero e proprio crocevia di metropolitana e trasporti pubblici, perfetti per raggiungere il centro città. Raggiungibile anche a piedi, se sia in vena di una bella passeggiata, cioè per esempio il quartiere Isola che proprio come la torre negli ultimi anni ha subito una marcata riqualificazione che lo ha trasformato in un quartiere trendy, in bilico tra passato e futuro. Il quartiere, per intenderci, in cui sorge il Bosco Verticale, vincitore di premi internazionali come miglior grattacielo al mondo. Presso la stazione centrale è possibile salire a bordo dei treni Frecciarossa che ci portano velocemente in altri parti di Italia oppure beneficiare di ben due linee della metropolitana, dato che in zona passano sia la metropolitana gialla che quella verde. Sempre all’interno della stazione sono presenti numerosi negozi e, a proposito di shopping, a pochi minuti a piedi si trova anche in Corso Buenos Aires che è ancora oggi famoso per la qualità dei negozi presenti in zona.

 

Argomenti

MILANO
scopri i nostri appartamenti

Argomenti