Prezzi chiavi in mano! Pensiamo a tutto noi, scopri come lavoriamo!

Invia richiesta Telefono+390247952200

La settimana più bella dell'anno

Pubblicato il 04/04/2019

No, non è quella di ferragosto. Nemmeno quella delle vacanze di Natale. Anzi, a dire la verità, non ci sono neanche le ferie di mezzo. Succede che dal 9 al 14 aprile la città di Milano cambia volto e traghetta i suoi concittadini verso un'altra dimensione, come se per una volta non si fosse obbligati ad andare in vacanza ma fosse la vacanza stessa a venire da voi. Durante quei giorni i quartieri si animano, le feste si moltiplicano e la gente esce di casa per festeggiare, tra le altre cose, anche l'arrivo della primavera. Quando parliamo della settimana più bella dell'anno stiamo parlando dei giorni in cui a Milano iniziano il Salone del Mobile e il Fuorisalone. Quei giorni di inizio aprile in cui il design prende vita e invade le piazze della città.



Il Salone del Mobile nasce nel 1961 con lo scopo di promuovere il settore italiano dedicato ai mobili e ai complementi d'arredo, per stimolare l'esportazione verso paesi esteri. Da più di cinquant'anni, il Salone illumina coi suoi riflettori il mondo della casa che si rinnova di anno in anno con prodotti di altissima qualità e volti sempre più all'innovazione attraverso gli ultimi ritrovati tecnologici. La fiera è suddivisa nelle tre tipologie stilistiche che rispondono ai nomi di Classico, Design e xLux (dedicato al lusso in chiave ancora più contemporanea). Negli anni pari è solitamente possibile visitare gli spazi inerenti a Eurocucina e Salone del bagno, mentre le parole d'ordine per gli anni dispari sono Euroluce e Workplace 3.0.



Parallelamente in diverse zone di Milano si svolge un insieme di eventi chiamato Fuorisalone. A differenza della fiera principale è nato in maniera del tutto spontanea nei primi anni '80 e ha visto progressivamente crescere la sua popolarità tra i frequentatori appassionati di design o il semplice pubblico di passaggio. Nel corso del tempo si sono fatti sempre più labili i confini che separano il Fuorisalone inteso come spazio espositivo dedicato al design dal settore dell'arte, della tecnologia e delle comunicazioni. Durante il giorni del Salone, location esclusive nel cuore della città si preparano ad ospitare installazioni artistiche e serate all'insegna della musica contemporanea, passando per aperitivi nelle vie più cool. Scopriamo insieme alcune delle iniziative più interessanti, che contribuiranno a rendere l'esperienza del Salone del Mobile e del Fuorisalone indimenticabile.

Le zone principali in cui partecipare agli eventi del Fuorisalone si estendono tra la zona Fiera Milano a Rho, il design district di Brera, Ventura (che è stato spostato al Base) e Tortona.

Lambrate



Dopo lo scorso anno, Ventura Projects ha annunciato la decisione di lasciare il distretto Lambrate-Ortica per trovare nuovi spazi espositivi presso la Stazione Centrale e Loreto, in uno spazio di nuova inaugurazione chiamato FutureDome, così come una nuova location all'interno del Base vicino a Tortona. Lambrate, da questo 2019, diventa a tutti gli effetti un nuovo Design District con la presenza di mostre, scuole e accademie. Nella location di via Sbodio sarà messa in mostra l'esposizione collettiva dei designer Din (Design In) e all'interno di un capannone con più di 2000 metri quadrati saranno esposti oltre 100 progetti di design contemporaneo.

Tortona

Come detto poco prima, il centro nevralgico sarà il Base. Verranno esposti numerosi progetti di design realizzati da accademie internazionali e marchi. Presso Superstudio, location simbolo del Fuorisalone, la proposta ruoterà attorno al tema di Tech & Green e al suo interno si potrà entrare in contatto con prodotti artistici provenienti dal campo del mobile, dell'automobile, della tecnologia 3d e altro ancora.



Presso Tortona 35 invece c'è la possibilità di partecipare a eventi esclusivi al Vanity Fair Social Garden, con varie proposte che spaziano dall'aperitivo, alla possibilità di osservare artisti all'opera, partecipare a iniziative di guerrilla gardening. Stesso discorso anche per i piani rialzati del Base, in cui sarà possibile osservare artisti e artigiani all'opera.

Brera



Anche nel quartiere degli artisti la parola d'ordine per il Fuorisalone 2019 sarà "sostenibilità", affrontata secondo diverse declinazioni. Cristina Celestino realizzerà il nuovo allestimento per il Brera Design Apartment, il celebre appartamento di via Palermo, in cui a essere riletta con un occhio contemporaneo sarà l'elemento della moquette. Sono oltre 150 gli eventi già confermati nel cuore di Brera, dall'installazione di Moooi nella mediateca Santa Teresa al progetto Hidden Rooms in via Solferino e Casa Corriere che apre le porte a incontri organizzati presso la Sala Buzzati.

5vie



Il motivo principale per recarsi nel distretto delle 5vie risiede nel nome del deisgner a cui è dedicata questa edizione. Ugo La Pietra, colui che durante la sua brillante carriera ha definito l'atto dell'abitare come il sentirsi ovunque a casa propria. Preso via Cesare Correnti 14 il maestro presenta la mostra Design Territoriale, che mappa le tecniche e le tradizioni del nostro patrimonio artistico e materiale. Oltre 100 gli eventi organizzati, tra cui una installazione sensoriale di Sara Ricciardi, la riedizione delle sedie di Chiavari e il progetto Boudaries di Camp Design, senza tralasciare le collettive di Kiki Van Eijk & Joost van Bleiswijk e la struttura conica completamente specchiata che sarà ospitata a Palazzo Litta.

San Babila



Durante il Fuorisalone avverrà una importante collaborazione tra COS e l'architetto Mamou-Mani, che avrà come risultante una installazione in stampa digitale da togliere il fiato, dopo i grandi lavori realizzati dal designer per il Burning Man 2018. L'opera traghetterà i visitatori all'interno di Palazzo Isimbardi nello stile di un viaggio etereo in grado di mettere in contatto l'architettura digitale con il mondo naturale. L'opera sarà realizzata con materiali di bio-plastica secondo i precetti della sostenibilità, anche in fase di stampa, per testimoniare come anche la tecnologia, se sfruttata con precisione, permetta di ottimizzare l'utilizzo del materiale di partenza.

 
MILANO
scopri i nostri appartamenti

Argomenti