Prezzi chiavi in mano! Pensiamo a tutto noi, scopri come lavoriamo!

Invia richiesta Telefono+390247952200

La Valle dei Segni



Piaceri culinari per ogni palato

In una terra ricca di storia e tradizione come la Val Camonica – primo sito italiano a essere inserito nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco per le straordinarie incisioni rupestri – dove la bellezza è presente nell’unicità della sua natura incontaminata, nella sacralità dei monasteri, delle chiese e delle abbazie, la cultura si esprime anche attraverso l’arte culinaria.


Dietro i piatti tipici della Valle dei Segni è possibile percepire sapori e profumi della montagna e dell’acqua, che in questa terra s’incontrano dolcemente per dare luogo a un paesaggio incantato.


A Montecampione, la presenza della montagna, del lago e dei boschi permette di soddisfare ogni palato, potendo scegliere tra numerosi piatti di carne, pesce d’acqua dolce, ma anche gustosi formaggi e prodotti della terra.




Primi piatti da far venire l'acquolina

Per farvi venire l’acquolina in bocca, tra i primi piatti tipici della cucina camuna e bresciana, si possono citare, i casoncelli, in dialetto casonsei, deliziosi ravioli ripieni di carne o verdure, conditi con burro e salvia. Tra i secondi, speciali sono gli stracotti, come il cuz, lo stracotto di pecora, che si fa bollire per almeno tre ore nel suo grasso, o lo stracotto d’asino, ma non manca anche la carne salada e la carne di selvaggina con il suo sapore deciso.


Per gli amanti del pesce, pregiato è il coregone, il pesce persico, ma anche le sardine essiccate al sole o cotte sulla graticola. Il contorno per eccellenza è rappresentato ovviamente dalla polenta di mais o di grano saraceno, talmente buona che si sposa bene non solo con i secondi di carne e pesce ma anche con alcuni primi, come i càicc, caratteristici ravioloni della zona di Breno.




Carni, salumi e formaggi da leccarsi i baffi!

A viziarvi saranno poi i salumi, in particolare la salsiccia di castrato, i celebri strinù, succulente salamelle cotte alla brace o alla piastra, e i violini, prosciutti di capra o pecora, chiamati così perché si affettano tenendoli in mano proprio come quando si suona un violino.


Eccellenti sono i formaggi, come il fatulì, il caprino al naturale o aromatizzato con erbe, le formaggelle, il casolet e il bagoss. Scoprite il sublime abbinamento del formaggio col miele, prodotto ogni anno da un esercito di milioni di operose e instancabili api che popolano i boschi della Val Camonica.


Dimenticatevi della dieta e non rinunciate al dolce: assaggiate la spongada, una soffice focaccia zuccherina, ma anche i biscotti e le torte di farina di castagne. Per digerire il tutto sarete sicuramente grati alle grappe, ai distillati e agli amari, prodotti con erbe di alta montagna.


Dopo una giornata sugli sci, una piacevole camminata o un’impegnativa pedalata, non c’è niente di meglio che rifugiarsi in un accogliente ristorante del luogo, dove poter rilassarsi e perdersi nel piacere della squisitezza dei prodotti in cui questa terra magica si rispecchia. A Montecampione di certo non mancano graziosi ristoranti e baite pittoresche in cui potrete scoprire tutte le prelibatezze gastronomiche della tradizione camuna.


Se avete appena finito di sciare nei pressi della località di Prato Secondino, senza neanche togliervi gli sci, potrete raggiungere la Baita dello Sciatore, dove la cordialità del personale e le porzioni abbondanti vi faranno sentire a casa.


A quota 1450 metri, in questa fantastica baita fatta di legno, da cui si possono ammirare le montagne circostanti in tutto il loro splendore, potrete ordinare degli squisiti pizzoccheri, degli ottimi gnocchi rossi o tagliolini, tutti fatti in casa. Come secondo, invece, non potrete perdervi il succulento filetto di maiale al tartufo e, per dolce, rimarrete incantati dall’insuperabile tiramisù alle fragole.


Atmosfera accogliente ed eccellenza sono invece le giuste parole per descrivere Il Ristorante La Piazzetta di Montecampione. Qui, difficilmente riuscirete a resistere di fronte a bontà come il classico risotto ai funghi porcini, i buonissimi bigoli alla camuna, gli invitanti caserecci di castagne e gli immancabili casonsei.


Se solo con il primo non vi saziate, per i secondi avrete una vasta scelta tra il filetto al barolo, il cervo in salmì, lo stinco di maiale, e il coniglio alla camuna, il tutto servito con la tipica polenta. Lasciate però un po’ di spazio per il dessert, tutti freschi e fatti in casa, come la tradizionale spongada, la crostata ai frutti di bosco o la torta di grano saraceno con marmellata e granella di nocciole, delizieranno anche chi di solito non li ama particolarmente.




Proprio di fronte al piccolo lago di Montecampione, che d’inverno si trasforma in un’incantevole pista di pattinaggio, troverete invece il Bar Ristorante Il Laghetto, dove vi attendono salumi a perdita d’occhio, gustosissimi funghi trifolati in cialda di pasta sfoglia, il brasato con polenta e, per dolce, una golosissima crostata di mele.


In ogni ristorante potrete naturalmente accompagnare i vostri piatti con vini pregiatissimi, come le bottiglie della Franciacorta, ma questa è un’altra storia.




Argomenti

Argomenti