Prezzi chiavi in mano! Pensiamo a tutto noi, scopri come lavoriamo!

Invia richiesta Telefono+390247952200

A spasso nel Chianti

Quando si parla di Chianti non ci si riferisce solo al vino rosso apprezzato in tutto il mondo, da sempre sulle tavole delle trattorie più conosciute. Se parliamo di Chianti parliamo anche e soprattutto della terra su cui sorgono i vitigni, una piccola catena montuosa a cavallo tra Arezzo e Siena che si estende per una ventina di chilometri fino a raggiungere Firenze, un spicchio d'Italia antico di cui esistono testimonianze di origine etrusca e romana. La storia del territorio del Chianti è legata a doppio filo con la bevanda che viene prodotta lì dal tredicesimo secolo. Domandarsi se sia nato prima il vino o prima il nome della zona è un po' come chiedersi se siano nato prima l'uovo o la gallina. In questo caso la risposta la conosciamo bene, dal momento che senza alcun dubbio è nato prima il vino. Contestualmente ad esso e al commercio sviluppatosi, è venuta alla luce anche una apposita Lega del Chianti, con lo scopo di amministrare il contado fiorentino e stabilire i confini di una "regione vinicola" che attira ancora oggi turisti dai quattro angoli della Terra.



Concedersi una vacanza nel Chianti significa andare alla scoperta di borghi nascosti e scorci romantici, nel cuore della Toscana. Significa riprendere fiato ed emozionarsi dinanzi agli splendidi panorami che si estendono a perdita d'occhio fino all'orizzonte, fin dove occhio può vedere. Gli itinerari per visitare il Chianti sono tanti e vari, così come le occasioni per visitare cantine pregiate e assaggiare prodotti vinicoli di pregevole fattura. Senza contare la possibilità di sostare in una delle trattorie tradizionali in cui si incappa lungo le stradine di questo fazzoletto verde, per gustare prodotti tradizionali e lasciarsi inebriare dai sapori della cucina toscana. Il Chianti non è soltanto un vino e nemmeno un luogo, ve ne accorgerete strada facendo. Il Chianti è a tutti gli effetti un mondo a parte, lontano dai ritmi frenetici della città e immerso nei profumi della natura incontaminata.

La strada del vino

Si chiama 222, ed è una delle strade più belle del mondo. Una serpentina composta di asfalto che si snoda per le colline del chianti e lambisce vitigni che si estendono a macchia d'olio e conduce presso alcuni dei borghi più affascinanti d'Italia. La chiantigiana collega Firenze a Siena e sul percorso è possibile fermarsi presso cantine e oliveti per degustare in tutta calma prodotti locali, da assaporare lentamente e senza alcuna fretta, sullo sfondo di un luogo in cui il tempo sembra avere meno significato rispetto alla frenesia a cui siamo abituati. Qui la vita, il vino, l'acqua e l'olio scorrono tutti nello stesso, dolce modo.



In moto, in bici o in macchina il risultato non cambia. Il consiglio spassionato è quello di iniziare la propria gita nel Chianti lasciandosi guidare dalle forme sinuose di questa strada panoramica, per uno spettacolo ad ogni curva. Sul percorso si incontrano antiche ville, vitigni di cantine importanti, trattorie e chiesette storiche che invitano a rallentare e a godersi lo splendore che ci circonda. Si parte da Bagno a Ripoli e si arriva fino a...

Greve in Chianti

Da sempre collocata in una posizione strategica, che in passato ne ha favorito lo sviluppo commerciale ed economico, Greve in Chianti è una splendida cittadina immersa nelle verdi colline toscane che vale la pena visitare. Salta subito all'occhio la forma non comune della piazza principale, intitolata a Matteotti: composta da tre ampi portici che ne delimitano il perimetro e offrono copertura alle botteghe artigianali che costellano il centro storico. Sempre a Greve è inoltre presente il Museo del Vino, per chiunque voglia saperne di più sul rosso prodotto in zona.



Nella piazza principale è inoltre possibile la statua dedicata a Giovanni da Verrazzano, il navigatore che scoprì New York, che possedeva anche un castello ancora oggi visitabile sulla strada per Firenze. Sempre a proposito di castelli, il nome di Greve in Chianti è intimamente legato alla presenza del castello di Montefioralle, situato in cima alla città e risalente al tredicesimo secolo, in un piccolo comune limitrofo in cui, sempre a proposito di esploratori, nacque il celebre Amerigo Vespucci. Chianti terra di esploratori, dunque. Il migliore incentivo per continuare la gita ed esplorare località uniche al mondo...

Castellina in Chianti

Una tappa obbligatoria per qualsiasi vacanza nel Chianti che si rispetti. Castellina in Chianti è uno dei borghi più antichi di tutta la zona e custodisce ancora delle importanti tombe etrusche, che testimoniano le radici in cui affonda il suo glorioso passato. Visitabile ancora oggi c'è la grande Rocca che svetta su tutta la piazza.



Sono tante le enoteche e le cantine in cui è possibile degustare del buon vino come la fattoria Nittardi, per fare un esempio, la cui cascina pare sia appartenuta nientemeno che a Michelangelo Buonarroti e che ancora oggi produce vino secondo le regole del Chianti Classico. Stesso discorso vale per i prodotti tipici della zona, come carni pregiate e salumi saporiti, a dimostrazione della grande arte enogastronomica che contraddistingue tutto il territorio.

Monteriggioni

Poco prima di raggiungere Siena, a poca distanzi dai sopraccitati piccoli borghi del Chianti si trova una cittadella medievale di fondamentale importanza storica, la cui è visita è assolutamente consigliata. Stiamo parlando di Monteriggioni, uno dei fiori all'occhiello di questo angolo di Toscana. Si tratta di una città fortificata che possiede la forma di un castello circolare, modellata seguendo le curve naturali del base di terreno su cui poggia le fondamenta. Edificata intorno al 1200, ha avuto la fortuna di giungere quasi del tutto intatta fino a noi, con pochissime modifiche strutturali messe in atto nel corso degli ultimi secoli.



Al suo interno è possibile visitare l'antica Piazza Roma e posare gli occhi sulla celebre chiesa di Santa Maria Assunta. Il perimetro della fortificazione consta invece di ben quattordici torri e la vista si affaccia sulla via Cassia, la cui difesa era un tempo strategica per assicurare benessere al borgo e ai suoi abitanti. Come molti altri borghi sparsi per le colline del Chianti, Monteriggioni è la prova che in questo luogo al centro della Toscana il tempo sembra essersi fermato. Dopo un bicchiere di vino e una degustazione, questo è sicuro, sarà difficile andare via, alla ricerca della prossima meta...

Argomenti

TOSCANA
scopri i nostri appartamenti

Argomenti